garni.laposta@gmail.com 0437 794217
offerte hotel val di zoldo
Prenota orachiedi info
Valore non valido

Prenota orachiedi info

Valore non valido
Trekking ed escursioni

Trekking ed escursioni

Parti alla scoperta della Val di Zoldo

Val di Zoldo è una palestra naturale e gli amanti del trekking e delle escursioni lo sanno. Scopri gli itinerari migliori da svolgere in estate o in inverno fra le splendide Dolomiti Bellunesi!

Per i più spericolati da non perdere la Dolomiti Extreme Trail.

Itinerari estivi    Itinerari invernali

Alle miniere di val inferna per il villaggio di Arsiera

Il fascino del paese abbandonato di Arsiera e delle vestigia delle antiche miniere argentifere. Con partenza dall'area picnic lungo la strada n. 347, l'itinerario è breve e poco faticoso, prevalentemente nel bosco. Per le miniere si prosegue da Arsiera e qui poi si fa ritorno. Per il rientro ci si dirige verso l'abitato di Cornigìan e poi lungo la strada al punto di partenza.

Difficoltà: facile
Tempo: 2/3 ore
Dislivello: 380 m
Acqua: sì, ad Arsiéra
Inverno: con ciaspe, preferibilmente AR per la strada forestale

Col de Salera dalle miniere alla grande guerra

Dalla frazione di Casàl, proprio dove c'è la fontana con il Cristo, si prende la strada non numerata a sinistra per poi raggiungere il sentiero 492. Per strada forestale si giunge poi ad un pianoro; più avanti una galleria e tabelle descrittive sono testimonianza della Grande Guerra e di assaggi minerari della fine '800. Dal Col de Salèra, proseguendo ancora con un dislivello di circa 350 m, si può giungere alla sommità panoramica del Monte Punta.

Difficoltà: facile
Tempo: 4/4.30 ore
Dislivello: 600 m
Acqua: no

Le impronte dei dinosauri al Monte Pelmo

Alla base del Pelmetto, su un grande masso sono impresse un centinaio di impronte di dinosauri che risalgono al Trias Superiore (220 milioni di anni fa), attribuiti a tre tipi di rettili bipedi. Escursione breve e poco faticosa, salvo il tratto finale piuttosto ripido su ghiaie instabili.

Difficoltà: facile, molto ripido l'ultimo tratto per raggiungere le impronte
Tempo: 2 ore A/R
Dislivello: 250 m
Acqua: no
Inverno: con ciaspe e prestando attenzione alle condizioni della neve

Da Pecol a Palma la strada del fieno

Dal piazzale della cabinovia di Pecol, attraversando verso sud il piazzale , si raggiunge un comodo sentiero prima e strada forestale dopo che porta al Maè. Lungo la sua destra orografica si raggiungono le antiche abitazioni di De Ia de l'Aiva e si prosegue poi fino alla loc. Palma. Da qui si segue la strada sr. 251 perso Pianaz e, subito dopo il ponte sul Maè, si prende il sentiero che costeggia la sinistra orografica del torrente facendo così ritorno a Pecol. Lungo il percorso si incontrano le tracce di una vecchia segheria in disuso e di una antica calchera.

Difficoltà: facile
Tempo: 1,30 ore A/R
Dislivello: 80 m

Da costa al Mas de Sabe

Breve passeggiata, ma di grande soddisfazione per il meraviglioso panorama e la magia del tabià del Mas di Sabe, tipica antica costruzione rurale zoldana. Da qui si prosegue fino a prendere il sentiero 496 che con un itinerario ad anello riporta al paese di Costa.

Difficoltà: facile
Tempo: 1 ora A/R
Dislivello: 40 m
Acqua: sì, a Costa
Inverno: con ciaspe

Spitz Zuel o Agnelessa - Un balcone sulla valle

Superato il ponte di Chiesa, lungo la strada che porta al passo Duran (sp 347), si prende a destra la strada forestale che porta alla Malga della Grava (557). Da qui, per comoda e facile strada (584), si raggiunge la cima dello Spitz Zuel, sotto la Civetta in fronte al Pelmo

Difficoltà: facile
Tempo: 4/5 ore A/R
Dislivello: 800 m
Acqua: sulla strada per la cima
Inverno: con ciaspe partendo da Chiesa

Triòl del Camillo

Facile sentiero naturalistico ad anello. L'esposizione al sole e la bassa quota lo rendono praticabile anche in primavera e autunno. Cartelli didattici lungo il percorso descrivono specie vegetali e monti.

Difficoltà: facile
Tempo: 3 ore A/R
Dislivello: 250 m
Acqua:
Inverno: con ciaspe facendo attenzione al ghiaccio

Alle sorgenti del Maè

Dal vecchio centro abitato di Pecol una piacevole passeggiata per strada sterrata (587) vi condice lungo la Val di Pecol alle sorgenti del Maè. Da qui si può proseguire fino alla baita Civetta (Casot) e poi lungo il sentiero 586 nuovamente a Pecol.

Difficoltà: facile
Tempo: 1 ora A/R
Dislivello: 150 m
Acqua:

Il lago del Vach

Molto piacevole, facile e breve. Al termine di Pralongo si sale lungo strada alla Casèra del Plan e poi al laghetto El Vach. Da qui si può tornare a Pralongo passando per Calcervèr: con le spalle alla cascata ci si dirige a sinistra nel bosco (538), ancora a sinistra dove il sentiero si dirama e attraverso pascoli e rado bosco si raggiunge il paese. Da qui si scende a Pralongo per la carreggiabile.

Difficoltà: facile
Tempo: 3/3,30 ore A/R
Dislivello: 400 m
Acqua:
Estate:

Monte Rite - sentirsi al centro delle Dolomiti patrimonio dell'umanità

Come godere di uno stravolgente panorama dolomitico in veste invernale. Lungo la strada militare senza difficoltà si può giungere alla cimea e da qui far ritorno per la medesima strada. Si consiglia solo di prestare attenzione alle condizioni della neve e in galleria per la presenza di ghiaccio.

Difficoltà: facile
Tempo: 4/5 ore A/R
Dislivello: 650 m
Acqua: no
Estate:

Monte Punta - Emozione panoramica

"L'ombellico" di Zoldo, con un panorama circolare sui monti della valle. Offre anche interessanti spunti naturalistici (fiori, animali) e storici (resti militari).

Difficoltà: facile
Tempo: 4/5 ore A/R
Dislivello: 630 m
Acqua:
Estate:

Rifugio carestiato

Breve e piacevole passeggiata al sole, per lo più su strada sterrata. Panorama aperto sulla val Cordevole. Il Rifugio gode di una meravigliosa vista sulla parete sud della Moiazza ricca di arrampicate sportive.

Difficoltà: facile
Tempo: 2/2.30 ore A/R
Dislivello: 230 m
Acqua:
Estate:

Offertespeciali
No items found.
hotel val di zoldo
 
hotel val di zoldo

Attività extreme o family

hotel val di zoldo

Natura parco nazionale dolomiti

hotel val di zoldo
 
hotel zoldo

Hotel best comfort

hotel zoldo
  • "Una meraviglia"

    Abbiamo soggiornato in più occasioni al Garni Posta sin dalla sua apertura. Che dire? Una meraviglia. Italo e Maya fanno di tutto per mettere a proprio agio gli ospiti. Le camere sono bellissime e pulitissime. La colazione (unico servizio di ristorazione a parte il bar) è spettacolare pur nella sua semplicità con ottimi prodotti locali. Insomma un albergo in cui si torna sempre volentieri!
  • "Imbattibile"

    Abbiamo trascorso 4 giorni a Forno di Zoldo ed abbiamo soggiornato in questo bellissimo Hotel. Siamo stati meravigliosamente bene, camera comodissima con vista unica, proprietari di una gentilezza e simpatia altrettanto uniche, sempre disponibili a darci degli ottimi consigli sulle escursioni da fare, una buona colazione ed una tranquillità del sonno senza precedenti...
offerte hotel val di zoldo
Web Marketing e Siti Internet Omnigraf - Web Marketing e Siti Internet